ado Il cerchio della Festa 
…di là dall’utile, dalle sere senza colloquio, dalla notte carica di
sospetti. Essa compensa ogni perdita, e la continua
pazienza della vita….
Aldo Capitini

…di là dall’utile, dalle sere senza colloquio, dalla notte carica disospetti.
Essa compensa ogni perdita, e la continuapazienza della vita….
Aldo Capitini

 

Con
Rosella De Leonibus (Psicologa e Psicoterapeuta)
Carmelo Di Fazio (Neuropsichiatra)                      
 

Sabato 8 Ottobre 2011 - dalle 9.00 alle 18.00
Consultorio per la famiglia- Onlus
Via A. Pozzi, 7 - Busto Arsizio
 

[Scarica volantino]                Seguici anche su : FB

 

 

Trasversale alle geografie e alle culture, incontriamo in ogni consesso umano la tradizione della festa. Ogni 

festa celebra il valore della socialità e attiva la partecipazione di tutti i suoi protagonisti, che si ritrovano insieme 

in un linguaggio nuovo, fuori dalle regole del quotidiano. Nello stesso tempo ogni festa ha una sua ritualità, 

che contiene e sostiene i gesti, i segni, le parole, e dà loro senso e potenza di comunicazione attiva tra i 

membri della comunità.

Come si pone la festa nelle famiglie e nella relazione educativa con gli adolescenti? Come i ragazzi vivono e 

creano le loro feste? Esistono ancora, nella relazione tra adulti e adolescenti, rituali per celebrare i passaggi 

delle tappe della vita, per sospendere la quotidianità e scambiarsi gesti e simboli di riconoscimento reciproco, 

di gratitudine, di augurio?

Nei momenti della vita in cui la parola è troppo, o troppo poco, quando la comunicazione sembra arenarsi, la 

festa ci immette in un “’altrove” da dove possiamo guardare il quotidiano con occhi diversi, per sostenerci 

insieme, adulti e adolescenti, nella fatica di crescere, nell’ avventura del riconoscersi attraverso i cambiamenti.

Ci interrogheremo insieme intorno a queste domande. Ci metteremo in gioco direttamente, con i nostri ricordi, 

e i vissuti di oggi. 

Ci metteremo in azione con le nostre risorse quotidiane, quella creatività e quella capacità di incontro emozionato 

che possono nutrire di vita e passione la nostra responsabilità di adulti, davanti alle ragazze e ai ragazzi 

che abbiamo la gioia di veder diventare grandi.

 

Programma dell’incontro

Ore 9,00 accoglienza e benvenuto – micro festa di inizio 

Ore 9,15 una “cartolina-ricordo” : le nostre feste di ieri, l’atmosfera, la nostalgia…. 

Come vivono in noi oggi? - breve introduzione teorica, esperienza di gruppo, elaborazione 
Ore 11,00 pausa caffè – micro festa di metà mattina 

Ore 11,30 una festa per…. socialità, ritualità, simboli, azioni e linguaggi extra-quotidiani per creare 

un clima di festa - breve introduzione teorica, esperienze in sottogruppi, elaborazione

Ore 13,00 pausa pranzo – cibo in festa 

 

Ore 14,00 festa per i momenti forti: riti di passaggio, rituali di separazione-riconciliazione, rituali 

di fondazione del nuovo, inversione sociale e gioco nel rapporto tra adulti ed adolescenti - breve 

introduzione teorica, esperienze in sottogruppi, elaborazione

Ore 16,00 pausa caffè – micro festa di metà pomeriggio

Ore 16,30 quotidianità in festa: gli elementi della festa nella quotidianità: sfida, competizione, cooperazione 

e dono in famiglia e negli spazi educativi - attivazione di gruppo, elaborazione

Ore 17,45 parole –chiave per riflettere e concludere 

 

Ore 18,00 saluti - rituale di saluto

 

ISCRIZIONI

Il numero di posti disponibili è per 40 persone. 

Per sostenere le spese di gestione verrà 

richiesto un contributo di €5 a persona.

Per l’iscrizione inviare e-mail con i propri dati a :

 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

o presso la sede del Consultorio per la famiglia  

Tel. 0331.628300 Fax 0331.675331 

 

da Lunedì a Venerdì dalle ore 16.00 alle ore 18.30

Verrà data conferma dell’iscrizione tramite e-mail o telefonicamente.